Fatturazione Elettronica - Istruzioni Operative - Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano

Online dal 10 febbraio 1999
Vai ai contenuti

Menu principale:

Fatturazione Elettronica - Istruzioni Operative

uffici > spese di giustizia


Proroga al 31/12/2015


Come noto, dal 6 giugno 2014 è diventato operativo l’obbligo di fatturazione elettronica tra Pubblica Amministrazione e fornitori di beni e servizi, di cui all’art.1, commi 209-214 della Legge 244/2007.

A partire da tale data, l’Amministrazione della Giustizia, in ogni sua articolazione, non può più ricevere fatture in formato cartaceo, sia per quanto riguarda le spese di funzionamento, ovvero le spese sostenute per le forniture di beni e servizi strumentali, sia per quanto riguarda le spese di giustizia.

Per le spese di funzionamento – le fatture elettroniche sono trasmesse agli uffici giudiziari tramite il Sistema di Interscambio che
dal 3 ottobre 2014 provvede ad inoltrarle alle Amministrazioni destinatarie attraverso il sistema SICOGE-COINT (sistema di contabilità integrata del Ministero dell’Economia e delle Finanze).

Ciascun ufficio destinatario è individuato dal proprio codice IPA (Indice delle Pubbliche Amministrazioni).
Il Codice Univoco Ufficio (codice IPA) della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, da utilizzare in fase di predisposizione della fattura elettronica è il seguente: DOFDCJ
Il Codice Univoco Ufficio (codice IPA) della Direzione Distrettuale Antimafia, da utilizzare in fase di predisposizione della fattura elettronica è il seguente: 0UFP08
Ulteriori dettagli relativi all’Ufficio sono reperibili al seguente link:
http://www.indicepa.gov.it o nella pagina contatti del sito della Procura della repubblica di Milano.

**********


Quanto alle spese di giustizia, è stata invece prevista una specifica modalità di gestione delle fatture elettroniche, i cui dettagli – superate le criticità riscontrate nella fase di avvio - sono stati infine resi noti dal Ministero della Giustizia con nota del 14/08/2014.

La nuova procedura sarà attiva dal 3  ottobre 2014 e prevede, in sintesi:

- un nuovo Codice Univoco Ufficio (codice IPA) specifico per le Spese di Giustizia: per la Procura della Repubblica di Milano è il seguente: AP42OE
Ulteriori dettagli relativi all’Ufficio sono reperibili al seguente link: http://www.indicepa.gov.it
o nella pagina contatti del sito della Procura della repubblica di Milano.

- La trasmissione delle fatture elettroniche al Sistema di Interscambio, da questo a SICOGE COINT e da quest’ultimo a SIAMM, il sistema contabile ministeriale attualmente in uso in questa Procura;

- la registrazione massiva degli utenti beneficiari di spese di giustizia sul sito www.giustizia.it  e la contestuale trasmissione via web delle nuove istanze di liquidazione. Questa condizione è essenziale ai fini della successiva conciliazione con la fattura elettronica;

- due differenti flussi, uno per le spese di giustizia in materia di intercettazioni ed uno per le altre tipologie di ausiliari del magistrato.

Sintesi dei due differenti flussi previsti


Istruzioni operative di dettaglio impartite con nota Ministeriale del 14/08/2014

Si rammenta che, in previsione di eventuali criticità riscontrabili nella gestione della nuova procedura, nella prima fase di avvio e fino al 31/12/2015 le istanze di liquidazione e relativi allegati - unitamente alla stampa del file pdf riepilogativo dei dati inseriti e prodotto al momento dell’inserimento dell’istanza web - dovranno contestualmente essere trasmesse anche in formato cartaceo, a mezzo posta o mediante deposito, secondo le consuete modalità.
Tale invio cartaceo è obbligatorio sia per gli Ausiliari del PM (cap. 1360) che per le intercettazioni (cap. 1363).

A tale proposito si rimanda a quanto già pubblicato.

Infine, per quanto riguarda il pregresso e quindi la trasmissione di fatture elettroniche per istanze liquidate, ma non presenti in SIAMM, in quanto cartacee, tutti i soggetti interessati verranno contattati dall’Ufficio Spese di Giustizia al fine di concordare tempi e modalità per la gestione delle pratiche giacenti.

Per ulteriori informazioni in merito alle modalità di predisposizione e trasmissione della fattura elettronica, si invita a consultare il sito www.fatturapa.gov.it .

Realizzato da Personale dell'Ufficio
Torna ai contenuti | Torna al menu