Fondo Vittime Reati Informatici - Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Fondo Vittime Reati Informatici

hidden



A seguito di una serie di iniziative adottate nella prospettiva della tutela della vittima (si veda, da ultimo, il recente convegno sul tema),  è stato attivato il Fondo per le attività risarcitorie derivanti da crimini informatici, con le seguenti coordinate bancarie comunicate dal Comune di Milano:



conto corrente presso Intesa Sanpaolo Filiale di via Silvio Pellico, 16 Milano

intestato a:


COMUNE DI MILANO – fondo per le attività risarcitorie derivanti da crimini informatici
NUMERO ABI 3069  CAB 01783  NUMERO 1000/00000246
IBAN:     IT40 E030 6901 7831 0000 0000 246


Tale fondo è soprattutto pensato nelle ipotesi, sempre più frequenti, nelle quali non siano state compiutamente identificate le vittime di tali reati o nelle quali le vittime, identificate, non si costituiscano nel processo (attesi i costi da sostenere per la tutela legale, maggiori rispetto al danno concretamente subito, o considerate le altre frequenti ragioni che inducono a non costituirsi nel processo).

A seguito degli accordi intrapresi con l’Amministrazione comunale, tale fondo sarà "destinato – attraverso il risarcimento dell'intera collettività da parte di autori di crimini informatici – all’espletamento, direttamente  o attraverso delegati, di attività che siano ritenute di interesse generale o che  abbiano ricadute positive per il territorio quali corsi d'informazione per giovani, attività specifiche di prevenzione ecc..".
Il Comune fornisce idonea rendicontazione della destinazione effettiva delle somme ivi confluite, tramite comunicazioni qui riportate.


Per il versamento si raccomanda l’utilizzo dell’apposita modulistica del Comune di Milano.

Maggiori dettagli sul sito del Comune di Milano.


Ultimo aggiornamento 7 aprile 2017
Torna ai contenuti | Torna al menu