Incarico al Piacentini per il nuovo palazzo - Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano

Online dal 10 febbraio 1999
Vai ai contenuti

Menu principale:

Incarico al Piacentini per il nuovo palazzo

Il Palazzo di Giustizia

Il podestà Marcello Visconti di Modrone aveva scelto l'architetto che in quel momento andava per la maggiore. Marcello Piacentini (1881-1960), nato a Roma, era professore di urbanistica all'università di Roma e accademico d'Italia e si era dedicato sia al campo urbanistico che al campo edilizio. Ispirandosi ad una monumentalità non priva di retorica, in una mediazione, sia pure spigliata, tra architettura moderna e suggerimento dall'antico, soprattutto nel periodo 1923-43, egli ebbe numerosi incarichi, tra i quali la sistemazione dei centri di Bergamo e Brescia e, a Roma, dei Borghi e dell'odierna via Bissolati. In essi il Piacentini si preoccupò degli aspetti scenografici delle costruzioni, che rese vistose e rappresentative, come nella sistemazione della città universitaria, della progettazione dell'EUR, nel palazzo dell'Industria e del Commercio, e ancora nella edificazione di cinematografi, teatri, chiese, pubblici edifici, ecc.

Realizzato da Personale dell'Ufficio
Torna ai contenuti | Torna al menu