workshop - Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano

Vai ai contenuti

Menu principale:

workshop


Workshop
Il Contatto con la Vittima.

La lettura delle comunicazioni non verbali come risorsa per
l'attività investigativa


Sede (provvisoria)
Aula Movimento, ex centro di formazione di Viale D'Annunzio 17, Milano.

Posti disponibili
:
18


Tre incontri a dicembre 2012 più uno, facoltativo, a gennaio 2013. Ogni incontro della durata di circa tre ore.

Scopo del workshop è affrontare con strumenti della psicologia e della criminologia il tema dell'incontro con la vittima, del primo contatto che essa ha con le istituzioni - quasi sempre rappresentate dall'operatore di PG che ne accoglie la denuncia, che raccoglie le prime informazioni utili alle indagini.

Il workshop, pensato come propedeutico alla formazione di livello Beta, non richiede competenze particolari nelle discipline richiamate, ma nella selezione sarà data la precedenza a chi è in possesso di una esperienza concreta di incontro con le vittime nell'ordinaria attività investigativa.

Gli incontri hanno contenuto essenzialmente pratico-esperienziale e sono gratuiti. Al termine del percorso verrà rilasciato l’usuale attestato formativo, indicante le ore complessive.

Primo incontro, 04/12/2012 martedì, ore 10.00-13.00.
Introduzione al tema ed esemplificazione concreta di alcune intuizioni della psicologia e della criminologia circa la condizione di trauma in cui si trova la vittima. Discussione sulle categorie utilizzate come, per esempio: trauma, dinamica relazionale, vittima, vittima minorenne e vittima adulta, vittima secondo il genere, l’epoca, eccetera;

Secondo incontro, 11/12/2012 martedì ore 14.00-17.00.
Si sperimenta in aula la percezione della persona in condizione di trauma e gli aspetti di cautela relazionale che questa condizione richiede. Sono proposti esercizi ed attività creative.

Terzo incontro, 18/12/2012, martedì ore 14.00-17.00
Di natura più teorica e di confronto, tira le fila dei discorsi affrontati.

Parte prima.
Vengono meglio definiti alcuni degli aspetti essenziali della relazione con la vittima e vengono discussi i fondamenti teorici utilizzati.

Parte seconda
In chiusura dei lavori, i partecipanti sono invitati - se lo desiderano - ad una doppia sperimentazione che verrà illustrata nel dettaglio nel corso della giornata, a titolo indicativo i corsisti saranno invitati ad effettuare due attività entro la prima metà di gennaio 2013:
Prima attività: esperienza di circa due ore. Partecipare ad un laboratorio sensoriale presso un Ente pubblico terzo, zona centro di Milano. Purtroppo l'ingresso è a pagamento, non dipendendo dal Comune di Milano. Il costo è di 15 euro. Esperienza facoltativa, ma consigliata attesi gli scopi del workshop.
Seconda attività: osservazioni ed accortezze utilizzate, anche seguendo i suggerimenti ed i metodi relazionali trattati nel corso, durante la propria attività istituzionale ordinaria, in occasione di contatti con una vittima

Quarto incontro, facoltativo, seconda metà di gennaio 2013 (data ed ora saranno concordate con i partecipanti).
I partecipanti che hanno svolto le esercitazioni proposte in chiusura del terzo incontro, o semplicemente che lo desiderano, si ritrovano per un ultimo incontro il cui scopo è condividere la sperimentazione fatta e discutere sull'utilità in concreto di quanto appreso e su eventuali esigenze formative o conoscitive ulteriori emerse.

Attenzione: considerato il numero limitato dei posti, la partecipazione al workshop avverrà per selezione, secondo i criteri indicati sulla piattaforma FAD.

Il workshop può essere ripetuto in caso di particolare affluenza delle richieste.

Gli incontri sono tenuti da:

Elisa Panzetti -
elipanz@gmail.com arteterapeuta, psicologa, psicoanalista.
Walter Vannini -
wvan.it@gmail.com sociologo, criminologo clinico



Ultimo aggiornamento 22 febbraio 2017
Torna ai contenuti | Torna al menu