Casellario Art. 25 bis - Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano

Online dal 10 febbraio 1999
Vai ai contenuti

Casellario Art. 25 bis

Certificati


Certificato penale del Casellario Giudiziale da parte del datore di lavoro
per l'impiego al lavoro per lo svolgimento di attività professionali o attività
volontarie organizzate che comportano contatti diretti e regolari con minori
nell'ambito di imprese/società o associazioni/organizzazioni
Art. 25 bis DPR 313/2002

Richiedilo on line


N.B. I CERTIFICATI RICHIESTI ONLINE SI RITIRANO DOPO TRE GIORNI LAVORATIVI

Ufficio che lo rilascia:  Casellario Giudiziale
Orario di apertura al pubblico:  dal Lunedì al Venerdì dalle 8:45 alle 13:00 - accesso con numeratore presso Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P.) del Palazzo di Giustizia di Milano ingresso di Corso di Porta Vittoria


Moduli e informazioni sono disponibili presso lo sportello 13 dell'URP.

ATTENZIONE: IL SABATO L'UFFICIO E' CHIUSO AL PUBBLICO


Il certificato contiene le eventuali sentenze penali passate in giudicato.

Per ottenerlo occorrono:

   * domanda in carta libera su modello 3 bis

   * 1 marca da bollo da €. 16,00 (L. 71/2013 - G.U. n° 147 del 25/06/2013)
   * 1 marca per diritti di certificato da €. 7,68 per il ritiro immediato
(D.M. 07/05/2015 G.U. n° 149 del 30/06/2015)
   * 1 marca per diritti di certificato da €. 3,84 per il ritiro dopo 4 giorni lavorativi (D.M. 07/05/2015 G.U. n° 149 del 30/06/2015)

   * documento di identità non scaduto del datore di lavoro e dell'interessato
   


Se la richiesta NON viene fatta personalmente dal datore di lavoro occorrono anche:

   * delega del richiedente

   * fotocopia del documento di identità del richiedente

Il rilascio del certificato con la sola esenzione dal bollo è richiedibile nei casi elencati dal D.P.R. 642/72,TABELLA B.
OCCORRE PRODURRE IDONEA DOCUMENTAZIONE CHE PROVI TALE DIRITTO.
Per le organizzazioni di volontariato l’esenzione spetta solo per atti connessi allo svolgimento della propria attività non lucrativa e di utilità sociale.
E' necessario che l’Ente “si avvalga in modo determinante e prevalente delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei propri aderenti”.
Tale circostanza deve essere espressamente prevista nell’atto costitutivo o nello statuto.


PER USO ADOZIONE NON SONO RICHIESTE NE' MARCHE DA BOLLO NE' DIRITTI DI CANCELLERIA
PER I CERTIFICATI AD USO CONCORSO e VOLONTARIATO NON È NECESSARIA LA MARCA DA 16,00 EURO MA SOLO QUELLA DA 3,84 EURO.

Il certificato ad uso EMIGRAZIONE è abolito e sostituito da quello ad uso AMMINISTRATIVO assoggettato all'imposta di bollo (Nota Ministero Giustizia DAG.24/4/2015.0066034.U del 24/04/2015).



*** ATTENZIONE ***

Le richieste di certificazioni del casellario e carichi pendenti effettuate dalle Pubbliche Amministrazioni e dai Gestori di Pubblici Servizi vanno indirizzate esclusivamente al seguente indirizzo PEC: casellario.procura.milano@giustiziacert.it



*** ATTENZIONE ***

Ai sensi dell'art. 40 del D.P.R. 28-12-2000 n. 445, come modificato dall'art. 15, comma 1, lettera a) della L. 12 novembre 2011, n. 183, nei certificati del casellario giudiziale, carichi pendenti e dell'anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato rilasciati all'interessato verrà apposta, a pena di nullità, la seguente dicitura: « A partire dal 1° gennaio 2012 il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi (Art. 40 D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445 ». Il comma 01, difatti, precisa che le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati e che nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28-12-2000 n. 445.



*** ATTENZIONE ***

A partire dal 07.02.2011, per richiedere la Cittadinanza, non sarà più necessario allegare all'istanza i certificati del Casellario Giudiziale Nazionale e dei Carichi Pendenti relativi al distretto di Milano, i quali saranno richiesti direttamente dalla Prefettura di Milano.


*** ATTENZIONE ***

A partire dal 27 marzo 2006, per richiedere la Carta ed il Permesso di Soggiorno, non sarà più necessario allegare all'istanza i certificati del Casellario Giudiziale Nazionale e dei Carichi Pendenti relativi al distretto di Milano, per i quali provvederà direttamente l'Ufficio Immigrazione della Questura di Milano.


Modulo per Richiesta allo Sportello


Sito web interamente realizzato da Personale dell'Ufficio
Torna ai contenuti