Avvisi e News - Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano

Online dal 10 febbraio 1999
Vai ai contenuti

Avvisi e News

hidden









La traduzione dei contenuti del sito è realizzata con strumenti automatici del cui risultato non si garantisce l'affidabilità


Invio false e-mail provenienti dalla Procura della Repubblica - E’ in atto un invio di e-mail aventi come falso mittente "Procura della Repubblica presso Tribunale", contenente la comunicazione di un avviso di procedimento penale a carico del destinatario per una serie di illeciti. Nel messaggio in questione il destinatario viene invitato a seguire un link per scaricare un documento informativo. Si tratta di una comunicazione falsa relativa ad un tentativo di frode informatica. Si consiglia assolutamente: di  non seguire  link o aprire i file “sospetti”,  cestinare l’ e-mail e procedere ad un costante aggiornamento del proprio antivirus.

A seguito della sottoscrizione di un Protocollo d’intesa per la realizzazione di un nuovo “Progetto politiche attive del lavoro presso gli uffici giudiziari lombardi” la Regione Lombardia ha pubblicato, sul B.U.R.L. Serie ordinaria n.18 del 3/5/2016, il Decreto Dirigenziale n.3616 “Determinazioni relative all’avviso dote unica lavoro per fase 2014-2020 di cui al d.d.u.o. n.11834 del 23 dicembre 2015 e ss.mm.ii.”




Attivata la richiesta, anche online, del Certificato penale del Casellario Giudiziale da parte del datore di lavoro (Art. 25 bis DPR 313/2002)

Protocollo Procura di Milano - Ordine Avvocati di Milano per l'attuazione di una serie di attività in favore delle vittime di reati informatici

Per gli Avvocati: Nuove modalità di richiesta stato del procedimento

Pubblicato nella sezione documenti: custodia giudiziaria di beni immobili ad uso abitativo in sequestro. Individuazione delle condotte standard dei custodi e tariffari relativi ai compensi.

Ai sensi della circolare del Sig. Procuratore della Repubblica  n° 4606/12 del 18 luglio 2012, il nulla osta per l’ottenimento di copia del rapporto di incidente stradale è richiesto solo nel caso in cui si sia  verificato esito mortale.

Ai sensi dell'art. 40 del D.P.R. 28-12-2000 n. 445, come modificato dall'art. 15, comma 1, lettera a) della L. 12 novembre 2011, n. 183, nei certificati del casellario giudiziale, carichi pendenti e dell'anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato rilasciati all'interessato verrà apposta, a pena di nullità, la seguente dicitura: « A partire dal 1° gennaio 2012 il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi (Art. 40 D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445 ». Il comma 01, difatti, precisa che le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati e che nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28-12-2000 n. 445.

A partire dal 07.02.2011, per richiedere la Cittadinanza, non sarà più necessario allegare all'istanza i certificati del Casellario Giudiziale Nazionale e dei Carichi Pendenti relativi al distretto di Milano, i quali saranno richiesti direttamente dalla Prefettura di Milano.

Sito web interamente realizzato da Personale dell'Ufficio
Torna ai contenuti